domenica 13 marzo 2011

Cullurielli



Recipe in English

Fra le ricette pubblicate in questo blog ci sono pochi dolci...bisogna rimediare!
Così è arrivato anche il giorno dei cullurielli, morbidissime ciambelline fritte, tipiche della cucina calabrese. Il loro nome rimanda a perdute civiltà, agli splendori della Magna Grecia. In effetti culluriello è diminutivo dialettale dell’antica parola greca che traduciamo foneticamente come collura, e che significa focaccia, pane biscottato.
In Calabria, dolci e pani fatti a ciambella vengono ancora oggi chiamati cullure. I cullurielli sono preparati per tradizione nel periodo di Natale, io però li ho gustati spesso e volentieri in tutte le stagioni, e così ve li propongo.
Anche per i cullurielli non esiste una ricetta univoca, poiché nello stesso paese, perfino nello stesso quartiere esistono versioni differenti.
Gli ingredienti sono sempre quelli: patate, farina, lievito di birra, un po’ di sale, zucchero e cannella oppure, nella versione salata e altrettanto buona, pezzettini di alici inseriti all’interno dell’impasto. A cambiare sono le proporzioni fra gli ingredienti principali. Io ho sperimentato quella a occhio, quella più equilibrata fra le parti e quella a dominanza di patate, ma esiste anche la versione che prevede maggior peso di farina. Anche questa volta regolatevi voi, cercando però di ottenere sempre un impasto morbido. Ho voluto trascrivere la prima ricetta così come la si raccoglie spesso dalla voce delle donne, per sottolineare la differenza che si viene a creare talvolta fra una ricetta imparata in una cucina, udita in un mercato, raccontata da una anziana signora, e quella che provata, misurata, trascritta, diventa parte di un ricettario, come può essere il Diario Gastronomico.

ricetta a occhio

patate vullute (bollite)
farina quanta ne ricive ( quanta ne incorporano le patate)
lievito di birra
sale
zucchero e cannella
olio per friggere


seconda ricetta, per circa 18 cullurielli

patate 500 gr
farina 250 gr
lievito di birra un cubetto
sale
zucchero e cannella
olio di semi di girasole


terza ricetta, per circa 24 cullurielli

patate 500 gr
farina 500 gr
lievito di birra un cubetto
sale
zucchero e cannella
olio di semi di girasole


Bollire le patate in acqua salata, sbucciarle e schiacciarle ancora calde con lo schiacciapatate.
Aggiungere il sale alle patate e impastare.
Sciogliere il lievito in poca acqua tiepida.
Unire la farina, l’acqua e il lievito alle patate e impastare bene.
Staccare delle porzioni dall’impasto e dargli la forma di ciambelle.
Posare i cullurielli su un tagliere, coprirli con un telo e lasciarli lievitare alcune ore.
Scaldare abbondante olio in una padella alta o in un tegame e friggere brevemente i cullurielli, girandoli dai due lati.
Scolare su carta assorbente e completare con una spolverata di zucchero semolato e cannella in polvere.


Cullurielli

first recipe, for about 18 cullurielli

potatoes 500 gr
flour 250 gr
brewer’s yeast 25 gr
salt
sugar
cinnamon powder
sunflower oil

second recipe, for about 24 cullurielli

potatoes 500 gr
flour 500 gr
brewer’s yeast 25 gr
salt
sugar
cinnamon powder
sunflower oil


Boil potatoes in salted water; peel and mash them still hot.
Add a pinch of salt.
Dissolve brewer’s yeast in little lukewarm water.
Combine flour, yeast and potatoes kneading well.
Divide the dough in pieces and shape them in donuts.
Place the cullurielli on a table covered by a cloth for few hours to leaven.
Heat up a lot of oil in a skillet or a saucepan, fry quickly the cullurielli, turning on both sides.
Drain on kitchen paper and complete with a dust of sugar and cinnamon powder.

12 commenti:

  1. Simple - rustic - divine... Bravo!

    RispondiElimina
  2. Sei tra i top ten su foodbuzz ;)
    grande Lilla! ... questi poi mi incuriosiscono...
    mai provati... grazie per averla "trascritta" e condivisa con noi!
    baci!

    RispondiElimina
  3. Very nicely done. Congrats on foodbuzz top 9. Nice photo.

    RispondiElimina
  4. I forgot to add I am heading to Italy for two weeks this summer and can't wait for the great food and wine.

    RispondiElimina
  5. Great post, and great blog! Sono americana e mi sposo un calabrese quest'anno a Catanzaro. Ho trovato il tuo blog tramite Foodbuzz, auguri che sei entrata nei Top 9 oggi. E' sempre bello communicare quanto e' buono il cibo calabrese al mondo!

    RispondiElimina
  6. @ Eizel: thanks and welcome!
    @ Terry: grazie e un bacio anche a te!
    @ Threemealsaday:welcome on my blog and have a nice holiday in Italy...where?
    @ Live From Tuscany:grazie e felice di conoscerti! Tanti auguri per il tuo matrimonio:)

    RispondiElimina
  7. What a beautiful picture you have!! I've not heard of cullurielli, but the photo is more than tempting. Nicely done!

    RispondiElimina
  8. Paciano in Umbria (travel to Florence, Tuscany etc from there), Amalfi and Rome.

    RispondiElimina
  9. @ Kim: nice to meet you, and thanks! Also the pictures on your blog are cool, especially the Blueberry Lemon Pound Cake one :)
    @ Threemealsaday: a perfect food and wine itinerary!

    RispondiElimina
  10. Wow, these look both beautiful AND delicious!

    RispondiElimina
  11. le conosco! mangiate con il miele..non sapevo si chiamassero così!

    RispondiElimina