giovedì 28 ottobre 2010

Crema viola



Recipe in English


Questa preparazione, adatta come antipasto nella stagione fredda, risulterà gradita agli amanti delle cene colorate per il tocco psichedelico che saprà offrire. Semplicissima da preparare, potrà essere arricchita con crostini di pane tostato.

Ingredienti

un piccolo cavolo cappuccio viola
due scalogni
un bicchiere di latte
olio extravergine di oliva
pepe bianco
due cucchiai di panna fresca o yogurt (opzionale)

per due persone

Tritare gli scalogni e tagliare a striscioline il cavolo.
Stufarli in un tegame coperto con olio extravergine di oliva.
Aggiungere un bicchiere di latte e quindi frullare fino a ottenere una crema omogenea.
Passare la crema attraverso un setaccio.
Servire calda con abbondante pepe e, se desiderato, con un cucchiaio di panna o yogurt per commensale.
Guarnire con qualche chicco di melograno.
A small purple cabbage
two shallots
a glass of milk
extra virgin olive oil
white pepper
two tablespoons of fresh cream or yogurt (optional)

serves two

Chop shallots and cabbage.
Stew them in a covered saucepan with extra virgin olive oil.
Add a glass of milk and blend all in a food processor.
Pass this cream through a sieve.
Serve hot with white pepper and, if desired, a tablespoon of fresh cream or yogurt for diner.
Decorate with pomegranate seeds.

martedì 19 ottobre 2010

Cotolette alla bolognese





Recipe in english

Che bello l’autunno in montagna, dove le nuvole avvolgono i boschi e il paese come in un sogno. Anche se piove e fa freddo chi se ne importa, anzi meglio, così staremo più accoccolati davanti al camino. Di funghi e tartufi c’è grande abbondanza, ecco allora un anticipo di quello che è per tradizione un piatto dedicato alle grandi feste: le cotolette alla bolognese, golose, ricche, esagerate. Di questa ricetta ho trovato diverse versioni che prevedono di usare prosciutto crudo e parmigiano. Io però, nella mia esperienza derivata dai rami bolognesi della famiglia, le ho sempre viste preparare così. Penso inoltre che per esaltare il gusto del tartufo non siano indicati elementi troppo saporiti, che lo coprirebbero. Evitate, se potete, l’orrida sottiletta, io ho scelto un formaggio biologico locale, una scamorza dal gusto molto delicato e naturale di latte (non affumicata eh, mi raccomando). Potrebbe andare bene anche una buona fontina, o un caciocavallo dolce. Se non trovate il tartufo non fa nulla, saranno buonissime lo stesso!

Ingredienti

quattro fette di carne di manzo
prosciutto cotto
scamorza o fontina affettata
un mestolo di brodo
pangrattato
due uova
parmigiano grattugiato
tartufo bianco
olio di girasole
sale

per quattro persone

Sbattere le uova in una ciotola con un pizzico di sale e una presa di parmigiano grattugiato.
Immergere la carne nelle uova sbattute, quindi passarle nel pangrattato, pressando un po’ con le mani.
Friggere le cotolette e sistemarle in una teglia, irrorandole con un po’ di brodo caldo.
Sistemare su ognuna una fetta di prosciutto cotto e una di formaggio. Infornare a calore moderato per far sciogliere il formaggio. Completare con lamelle di tartufo.

4 beef cutlet
cooked ham
sliced fontina or scamorza cheese
a ladle of broth
breadcrumbs
two eggs
grated parmigiano
white truffle
sunflower oil
salt

serves four

Beat the eggs in a bowl with the grated parmigiano and a pinch of salt.
Dip the cutlet in the eggs.
Pass them in breadcrumbs, pressing with your hands.
Fry the cutlet in hot sunflower oil.
Put them in a baking pan and sprinkle with the hot broth.
Put on the top of every cutlet a slice of cooked ham and a slice of cheese.
Bake until cheese is softened.
Complete with sliced truffle.

giovedì 14 ottobre 2010

Parmigiana di zucchine





L’autunno incalza, ma c’è ancora tempo per una preparazione tipicamente estiva, le zucchine alla parmigiana. Con la più celebre parmigiana di melanzane condividono la possibilità di essere preparate secondo numerose varianti: dalle più leggere, che utilizzano le verdure grigliate e poco altro, alle più ricche, golose stratificazioni di frittura, formaggio, prosciutto, uova sode. Dopo averle provate tutte, mi sono convinta per la versione con le zucchine fritte. Ecco la ricetta.

Ingredienti

quattro zucchine grandi
250 ml di passata di pomodoro non troppo concentrata
parmigiano grattugiato
una mozzarella
basilico
aglio
farina
olio extravergine di oliva
olio di girasole
sale

Affettare le zucchine e disporle in strati con un po’ di sale fino: nel giro di qualche ora rilasceranno l’acqua di vegetazione.
Infarinare le rondelle di zucchine una per una e friggerle in olio di girasole.
Preparare un sugo di pomodoro con olio, uno spicchio d’aglio e qualche foglia di basilico; dovrà risultare non troppo asciutto.
Comporre la parmigiana in una teglia alternando strati di pomodoro, zucchine fritte, parmigiano grattugiato e fette di mozzarella.
Infornare a calore moderato finché la pietanza avrà assunto un aspetto dorato.


four zucchini
250 ml tomato paste not too concentrated
grated parmigiano
a mozzarella
basil
garlic
flour
extra virgin olive oil
sunflower oil
salt

Slice zucchini in rounds and put them in a bowl with salt: in a few hours they will release some water.
Flour every round of zucchini and fry them in sunflower oil.
Prepare the tomato sauce with olive oil, a clove, some basil leaves: this sauce must be not too dry.
Compose parmigiana in layers with tomato sauce, zucchini, grated parmigiano and mozzarella slices.
Bake in oven at moderate heat until golden.


martedì 5 ottobre 2010

Frittata di riso



La frittata. Un piatto povero, rustico, che raramente guadagna un posto d’onore nei ricettari o nei libri di cucina. Personalmente, non riesco a resistere a una sontuosa frittata di cipolle, e ho una passione segreta per le omelette salate ripiene di marmellata. In questa pagina invece trova posto una ricetta che, ricevuta via mail da un famoso cuoco toscano, giaceva addormentata da anni in uno zibaldone di fogli elettronici...una cosa davvero semplice, eppure non avevo mai pensato di fare una frittata con il riso!
Devo dire che rispetto alle indicazioni originali mi sono trovata costretta ad operare alcune modifiche, soprattutto per quel che concerne il settore dei grassi: non sarebbe stato troppo mantecare un etto di riso con un etto di burro?! Possibile che il barbuto chef, burbero ma bonario, assurto agli onori delle cronache gastronomiche del vecchio e del nuovo mondo, coltivasse un’indole segreta da schiantafegato?
Ecco dunque la ricetta riveduta e corretta.

Ingredienti

riso 100 gr
acqua 250 ml
latte 250 ml
burro 25 gr
parmigiano 50 gr
sale
pepe
noce moscata

Bollire il riso in latte e acqua con poco sale per venti minuti.
Mantecare con burro e parmigiano.
Insaporire con pepe e noce moscata.
Sbattere quattro uova con poco sale.
Unire il risotto alle uova sbattute e cucinare come una qualunque frittata.


rice 100 gr
water 250 ml
milk 250 ml
butter 25 gr
parmigiano 50 gr
salt
pepper
nutmeg

Boil the rice in water and milk with a little salt for twenty minutes.
Cream with butter and parmesan. Season with pepper and nutmeg.
Beat four eggs with a little salt, mix with the rice and cook like a common frittata.