domenica 30 maggio 2010

Polpette di lesso




Recipe in english

In una società come la nostra impazzita per i consumi, gli acquisti stock, i paghi due prendi tre, le super offerte speciali, lo spreco è all’ordine del giorno. Si buttano i pezzi di carne senza pensare che arrivano sulle nostre mense al prezzo del sacrificio di una vita. Si butta il pane, il cibo che è anche un simbolo di fertilità. Artisti famosi hanno voluto dare il loro contributo all’argomento: Olindo Guerrini, celebre poeta romagnolo, scrisse L’arte di utilizzare gli avanzi della mensa; gli scultori di oggi presentano opere realizzate a partire dai rifiuti della società dei consumi. Oggetti buttati nella spazzatura rivivono una vita di poesia nelle mani degli artisti.
Tracciando ovviamente una linea di demarcazione netta, qualora ce ne fosse bisogno, fra gli avanzi leciti e quelli da rigettare in cucina, preparare le polpette è anche un gesto di rispetto nei confronti della natura.
Le polpette di lesso sono il classico esempio di come utilizzare la carne bollita di un ottimo brodo e un pezzo di pane raffermo.
Ecco la ricetta di una pietanza che sostituisce con il buon senso e la disponibilità della dispensa l’esattezza delle dosi e l’invariabilità degli ingredienti.

300 gr di carne bollita di manzo sgrassata
mollica di pane raffermo non troppo raffinato
un uovo
parmigiano grattugiato
aglio
prezzemolo
una patata bollita o un ciuffo di bietola o di spinaci bolliti (facoltativo)
latte, se necessario
sale
olio per friggere

Tagliare a pezzetti la mollica di pane. Se molto indurita, bagnarla con un po’ di latte e quindi strizzarla. In un mixer sbriciolare e amalgamare il pane con il prezzemolo e l’aglio.
Tritare anche la carne.
In una ciotola capiente unire la mollica e la carne tritata. Aggiungere l’uovo, il parmigiano e se desiderato, le verdure tritate. Aggiustare di sale se necessario. Impastare bene con le mani e formare delle polpette di media grandezza.
Friggere le polpette in una padella con olio di semi di girasole.
É anche possibile ripassare le polpette già fritte in un tegame con uno spicchio d’aglio, olio extravergine di oliva e conserva di pomodoro.




Boiled beef meatballs

300 gr of boiled beef without fat
stale bread
an egg
grated Parmesan cheese
garlic
parsley
a boiled potato or boiled Swiss chard or spinach (optional)
milk, if necessary
salt
oil for frying

Cut the bread in pieces. If the bread is very hard, soak it with milk and then squeeze it. In a food processor mix the bread with parsley and garlic.
Chop also the meat.
In a large bowl combine the bread and the chopped meat. Add egg, Parmesan cheese and if desired, chopped vegetables. Add salt if necessary and make meatballs of medium size.
Fry the meatballs in a pan with hot sunflower-seed oil. The dish is ready, but you can also continue to cook the meatballs already fried in a pan with a clove of garlic, extra virgin olive oil and tomato paste.

3 commenti:

  1. Ne ho conosciuta di gente che buttava via il lesso!!!
    abbasso gli sprechi!!...e W ste polpette che devono esser buonissime!:)

    RispondiElimina
  2. Infatti hanno sempre un gran successo: un piatto semplice che piace a tutti! Ciao Terry!

    RispondiElimina
  3. beh! favolose.
    Sono cosi' contenta di aver scoperto il tuo blog. Veramente bello.
    Amelia (www.ztastylife.com)

    RispondiElimina